Grande successo per la Festa Europea della Musica

Per un giorno e mezzo suoni e voci in concerto hanno suscitato emozioni negli spazi del Convento della SS. Annunziata. La Festa Europea della Musica accomuna negli stessi giorni milioni di persone, convocate per l’ascolto in luoghi d’arte, creando occasioni di unione e di pace fra le persone.


La Sezione di Pontremoli dell’Archivio di Stato con  impegno di speciale efficienza di Roberta Longinotti, col sostegno di Comune, Comunità Montana e una Fondazione bancaria, ha promosso sei esibizioni  di elevata qualità. Chi ha ascoltato ha vissuto ore di piacere mentale e psichico su repertorio del song, ragtime e blues: venerdì 19 giugno interprete ne è stato il bravo Leonardo Ravera (intermezzi di chitarra con Alex scozzese da qualche anno residente a Pontremoli e col canto di Anna). Sabato 20 la Musica Cittadina di Pontremoli diretta da Riccardo Madoni ha presentato un programma suonato con efficace resa sonora, opportunamente introdotti da Gianni Beschizza. Una bella sorpresa è venuta dai “parrocchiani colombaniani” che, ammaestrati da Natale Necchi, si sono ritrovati “Amici del gospel”: cantavano tutti, canti religiosi popolari con bella voce solista di Bruna Innocenti Gabrielli. E ancora 18 alpini sempre hanno richiamato i forti e tragici sentimenti di chi per lavoro o per guerra è costretto ad andare attraverso i monti. Ivano Poli li dirigeva come coro ANA Monte Sillara di Bagnone, che ha ormai una storia di quasi trent’anni. Stessa direzione per il coro “Al Sass” a delicate voci miste interpreti di classiche canzoni. Gran finale quello di Sergio Zampetti al flauto e Luigi Verrini alla chitarra classica: è stato un racconto di  idee e sentimenti organizzati in forma di armonia sonora interpretata con magnifica sensibilità e alto livello tecnico. La Festa ha fatto risaltare la bellezza dei due chiostri del Convento e la sala Rusconi. Al successo della Festa ha contribuito anche l’associazione Strada del vino che ha concluso in squisitezza di assaggi del mangiare e del bere.

Lascia un commento