Misericordia, Musica Cittadina e Alpini insieme per celebrare la loro storia

Con la processione di Gesù morto si aprono le manifestazioni, in ambito sia religioso che civile, collegate alla celebrazione dei 750 anni di fondazione della Venerabile Confraternita della Misericordia. Una ricorrenza che verrà ricordata assieme ad altre due ugualmente significative per Pontremoli: i 180 anni di fondazione della Musica Cittadina e gli 80 del Gruppo Alpini Ana.

Fatto non scontato per la nostra città, le tre associazioni hanno, giustamente pensato di unire le forze per dare a quelle ricorrenze il giusto risalto.

Si comincia, quindi, con il Venerdì Santo, 6 aprile, alle ore 21, quando, in un percorso che va dalla chiesa di S. Colombano fino a quella di S. Pietro (attraverso il ponte della Crësa, piazza del Duomo e poi lungo il centro storico), la Confraternita di “Gesù Morto” porterà in processione la statua abitualmente collocata nell’oratorio della Misericordia.

Sono ormai in fase di definizione gli altri appuntamenti più significativi legati a queste celebrazioni e noi li diamo un po’ in anteprima, anche se alcune date potrebbero subire dei ritocchi, in prossimità di singoli eventi.

Come dicevamo, diversi sono gli ambiti delle iniziative. Il primo appuntamento, che, per la personalità del relatore, assume un rilievo che va oltre i confini del comune e anche della Lunigiana, è l’incontro del 12 maggio, alle 16, con Ernesto Olivero, fondatore del gruppo Sermig di Torino: una associazione che si propone di sensibilizzare soprattutto i giovani al sostegno di iniziative che favoriscano il diffondersi della pace tra i popoli. La sua testimonianza di “volontario della pace” sarà soprattutto preziosa per ritrovare le motivazioni di fondo, che dovrebbero stare e stanno alla base della collaborazione all’attività di enti come la nostra Misericordia.

Il 17 giugno sarà invece una giornata dedicata alle celebrazioni religiose: alle 10,30, in Duomo, il vescovo, mons. Giovanni Santucci, celebrerà la S. Messa di ringraziamento per l’aiuto che il Signore ha concesso alla Misericordia nei secoli lungo i quali la sua attività si è svolta. Seguirà una cerimonia con la consegna di benemerenze e borse di studio. Per l’occasione ci sarà anche uno speciale annullo filatelico e saranno messe in vendita le medaglie celebrative realizzate dall’artista pontremolese Luciano Preti. Alle 21, in S. Colombano, sarà proposto un concerto di cori alpini.

Lunedì 23 luglio, dopo la “tre giorni” del Bancarella, alle ore 21, in piazza del Duomo, grande concerto della formazione Oversea Orchestra, che comprende una ventina di musicisti del Maggio Fiorentino e della Ort, diretti dal maestro Filippo Martelli, con le voci di Francesca, Serena e Viviana Balestracci: proporranno brani dal repertorio dei Beatles, Queen, Elton John ed altri.

Ultimo appuntamento, per ora, in calendario per la Misericordia, la tradizionale festa della Madonna di S. Luca, 18 novembre: attorno a quella ricorrenza sarà presentato un nuovo libro sulla storia della Confraternita, curato da studiosi locali.

La Musica Cittadina festeggia i suoi 180 anni – “certificati” dal ritrovamento di nuovi documenti – con un concerto della Filarmonica “G. Rossini” di Firenze in piazza della Repubblica, il 9 giugno alle ore 21: un appuntamento di rilievo per gli amanti della buona musica, con un complesso bandistico tra i più significativi nel panorama nazionale. La festa vera e propria per la celebrazione ufficiale della ricorrenza è invece prevista per domenica 9 settembre.

L’associazione più “giovane”, con i suoi 80 anni di vita, il Gruppo Alpini, sta organizzando la sua giornata celebrativa per domenica 24 giugno: a fare da supporto la leggendaria capacità di richiamo delle “penne nere”, che, oltre ai momenti ufficiali, stanno lavorando per offrire alla cittadinanza il concerto di una fanfara militare… naturalmente degli alpini.

Come dicevamo, c’è la possibilità che qualche data ed orario possano subire modifiche, ma ci sarà tempo e modo per presentare i singoli eventi con la dovuta precisione.

Lascia un commento