Quante maschere nel Carnevale della Lunigiana!

Per la gioia di grandi e piccini il Carnevale ha imperversato anche in numerose località della Lunigiana. Tante le manifestazioni che imitano più che il “nobiliare” e talvolta anche troppo austero carnevale veneziano, il goliardico carnevale di Viareggio. Quindi burle e scherzi in quantità, che si sono mischiati ai vecchi coriandoli e alle stelle filanti ma anche alle nuove bombolette spray incubo degli ignari passanti.
I primi segni lasciati dal frizzante vento del Carnevale, sono arrivati sabato, partendo da piazza della Repubblica a Pontremoli, dove i più piccoli, e non, hanno potuto festeggiare mascherati con i costumi dei loro eroi preferiti, mentre sulla piazza erano stati allestiti giochi e stand gastronomici. E all’allegria dei festeggiamenti si era unita anche la Musica Cittadina Pontremoli che ha regalato note a voluttà.
Alla sera festa al Centro giovanile tra balli, canti e chiacchiere a volontà.
Ma non solo Pontremoli si è fatta trascinare dalle note del Carnevale: feste a Bagnone con la sfilata dei carri allegorici di Vico e con il “Carnevale dei Bambini” a Grottò. Per i bambini, ma anche per i più grandicelli, il Comune di Filattiera ha organizzato due sfilate di carri allegorici. La prima si è svolta domenica pomeriggio con partenza da Caprio  e arrivo a Ponticello. La seconda sfilata è stata organizzata nell’ultimo giorno del carnevale, martedì grasso, con sfilata dalla via Nazionale fino a piazza Castello.

Lascia un commento